Dove posizionare il divano per completare l'arredo

Quando arriva il famigerato momento di arredare la casa la parte migliore e più divertente da immaginare è nella maggior parte dei casi la zona living.

Il re del salotto è sicuramente il divano. Collocare il divano nel salotto non è sempre semplice, anche perché ha bisogno di una giusta posizione per godere al massimo del suo comfort.

Ma dove posizionare il divano? Naturalmente dipende dalla tipologia del prodotto, ma generalmente esso va posto ad almeno un metro di distanza dal tavolo, garantendo i giusti spazi e, soprattutto va sempre messo davanti alla TV. Un'altra regola generica da seguire consiste nel non posizionare il divano davanti ad una finestra, questo perché impedirebbe la corretta visibilità della televisione che sarebbe soggetta a riflessi. 

In questo articolo vi spiegheremo come posizionare il divano in modo corretto, non dimenticandoci che una soluzione molto gettonata è quella di posizione il divano contro muro.


Dove posizionare un divano angolare


Entrando nello specifico uno dei divani più difficili da posizionare è sicuramente il divano angolare.

Il divano angolare è un elemento davvero ingombrante per quanto comunque davvero comodo e funzionale.

Nel caso di salotti spaziosi è consigliabile posizionare il divano angolare al centro, di modo da porre in risalto il prodotto e occupare anche spazio. Sempre in questo caso è utile anche a creare delle “pareti invisibili”, infatti, grazie alla sua caratteristica principale - l’angolo - si creeranno spazi ben delineati all’interno della zona living non rinunciando però all’open space.

Scopri cosa mettere dietro il divano in open space.

Se invece si è davanti ad un salotto di modeste misure, il suo posto sarà l’angolo fra le pareti, così da creare uno spazio relax magari aggiungendo anche un tavolino e naturalmente l’immancabile TV.

Infine nel caso in cui si fosse in possesso di una zona living di piccole dimensioni, prima di tutto, è vivamente sconsigliato il posizionamento al centro perché andrebbe a ridurre molto lo spazio del salotto. Detto questo non è necessario rinunciare ad un divano angolare, anche perché sono disponibili in varie misure ma è sufficiente ridurre le distanze tra il resto del mobilio o creare un angolo relax come già esposto in precedenza.

 

- divani.store

 

Dove posizionare un divano letto

Per quanto riguarda il divano letto è importante avere a disposizione uno spazio living abbastanza ampio proprio per favorire l’apertura.

Solitamente le regole rimangono le stesse, l’unica differenza è che questa tipologia di divano può essere tenuta sia aperta che chiusa (in base ai propri gusti personali o alle esigenze).

Nel primo caso, la distanza dalla TV può essere diminuita, a meno che si abbia a disposizione un salotto molto grande (si consiglia sempre di lasciare almeno 130 cm di distanza fra divano e televisione) mentre nel secondo caso l’arredamento va ideato come se si avesse un divano normale, sempre però tenendo conto dell’estensione, quindi sicuramente vanno evitati poggiapiedi e tavolini.

 

 

Dove posizionare divano e poltrone


Un’altra possibile soluzione è aggiungere ad un divano delle poltroncine o dei pouf.

Se per esempio siamo costretti a rinunciare ad un divano lungo questa scelta è ottima.

Le poltroncine danno un tocco chic e una sensazione di accoglienza che pochi arredi offrono, esse possono posizionarsi al lato del divano, sia a destra che a sinistra ma anche completamente separate da tutto il resto.

Nel caso dei pouf invece l’ambiente che si verrà a creare sarà più famigliare, rinunciando magari ad un pò di eleganza ma guadagnando in risparmio degli spazi e duttilità. 

Infatti, i pouf hanno varie funzioni: oltre ad essere delle ottime sedute si possono usare anche come poggiapiedi o come prolungamento dello stesso divano, inoltre hanno la fantastica peculiarità di poter essere spostati senza grande sforzo (grazie al tessuto e al materiale con cui vengono fabbricati).

Insomma se la vostra intenzione è quella di creare un ambiente caloroso e di compagnia, o se siete abituati a essere in molte persone nella vostra casa, questa opzione fa per voi.

 

 

Non dimentichiamoci che possiamo allineare l'arredo grazie all'abbinamento cuscini, divano e poltrone.

Arredamento parete dietro il divano


Un salotto ben arredato oltre ad avere il suo re, deve anche avere la sua regina e in questo caso si tratta della parete che notiamo subito guardando il divano.

Negli ultimi anni si sono viste milioni di combinazioni in questo ambito, dalle più bizzarre alle più scontate.

Ma come si decora la parete dietro al divano?

Sicuramente in questo ambito non ci sono regole scritte o istruzioni da seguire ma consigli da tenere in considerazione.

Per prima cosa è importante che la colorazione della parete sia in pendant con il divano e che essa trasmetta veramente l’animo della casa, quindi ci si possono aggiungere mensole (sempre stando attenti a non porre sopra oggetti troppo fragili), un orologio, un quadro, delle foto di viaggi, di ricordi o una carta da parati particolare. Un trend che va molto in questi anni consiste nel creare una parete caratterizzata da motivi che magari vi ricordano un qualcosa di vostro, di intimo, di familiare o anche un mic di quadri astratti che rendano l’ambiente coordinato e rilassante.

Infine, immancabile e sempre di moda è la libreria, oppure potete scegliere di appendere dei gruppi di mensole, magari creando delle forme geometriche con all’interno piante o fiori.

Detto questo, si tratta sicuramente di un argomento molto delicato e molto soggettivo però è inevitabile affermare che è meglio se la parete segua lo stesso stile della casa, ma soprattutto che trasmetta qualcosa di vostro.

Ecco alcuni consigli su come inserire quadri e mensole dietro il divano.


Divano e termosifone

Un argomento poco trattato nell’ambito del design della zona living è la posizione dei termosifoni o dei caloriferi rispetto al divano. Una disposizione sbagliata potrebbe rovinare il tessuto del divano o non garantire il giusto riscaldamento della casa.

Molte volte si vedono divani posizionati davanti a termosifoni, scelta discutibile, ma in questo caso se il calorifero si trova ad una distanza maggiore di 40/50 cm il rischio di rovinare il tessuto diminuisce. Nel caso di divani di pelle rimane sconsigliata questa scelta in quanto essi sono molto meno resistenti alle fonti di calore.

La scelta più gettonata consiste nel porre il il divano a lato rispetto al termosifone, così che il calore si distribuisca al meglio e così da evitare scolorimenti, usura e danneggiamenti vari.


Per concludere è giusto puntualizzare che l’arredamento della casa e del salotto è totalmente soggettivo e non esistono regole precise e rigorose.

Tutti questi piccoli consigli sono stati creati per farvi sentire a casa senza rinunciare al colpo d’occhio!